LA RIVOLUZIONE DEL GREENTECH ITALIANO

Sopralluogodigitale

Cessione del creditofino al 65%

Pagamentipersonalizzati

Pacchetto"chiavi in mano"

Chiamaci: 0238002100 (lun-ven 9-19)

Climatizzatore senza unità esterna: vantaggi e svantaggi

climatizzatore-senza-unita-esternaIl climatizzatore senza unità esterna, nasce come soluzione alle esigenze di tutte quelle persone che, per vari motivi, non vogliono o non possono affidarsi ad un tradizionale climatizzatore composto da split e unità esterna.

Questo perché, pur possedendo uno spazio adatto, è necessario considerare l'obbligo di rispondere a determinati canoni estetici e vincoli paesaggistici, che generalmente sconsigliano o addirittura vietano l’installazione di apparecchi con unità esterna.

Nel nostro precedente articolo Climatizzatori: 5 cose da sapere per scegliere il prodotto migliore, avevamo già introdotto l'argomento delle tipologie di installazione.
In questo, oltre ad approfondire la tematica, vedremo i vantaggi e gli svantaggi derivanti dallo scegliere un climatizzatore senza unità esterna, rispetto a uno tradizionale.

Climatizzatore senza unità esterna: le tipologie di installazione

Quando si pensa ad un climatizzatore, lo si immagina appeso alla parete di una sala o della camera da letto. Bisogna però considerare che negli ambienti domestici nei quali vengono svolte le consuete attività quotidiane, come mangiare o guardare la televisione, è bene che le persone, sopratutto i più piccoli, non entrino in corrispondenza diretta con il getto degli split, al fine di evitare malanni, come descritto nel nostro articolo Climatizzatori e i bambini: come tutelarli dall'aria condizionata?

Per evitare l'insorgere di tale problematica e senza dover spegnere il climatizzatore, è possibile ricorrere ad un modello mobile, munito cioè di rotelle e quindi facilmente trasferibile da un ambiente ad un altro.

I modelli più tradizionali, specialmente quelli recenti, presentano la funzione di timer, ovvero la possibilità di auto-spegnimento del climatizzatore dopo un certo periodo o ad un orario programmato. Questa può essere una buona soluzione per evitare le precedentemente citate problematiche.

Infine, una via di mezzo tra le due sono i climatizzatori senza unità esterna, ma fissi, i quali essendo posizionati a terra e avendo le bocchette dell'aria puntate verso l'alto, evitano che il getto sia direttamente rivolto verso le persone.

Vantaggi del climatizzatore senza unità esterna

Il primo vantaggio che salta subito all'occhio è senz'altro il risparmio che si ha, sia all'acquisto, che al momento dell'installazione, calcolabile tra i 150 e i 300 euro. Ma vediamo quali sono gli altri vantaggi di un climatizzatore senza unità esterna:

  • la mancanza dell'unità esterna permette una più facile e rapida manutenzione, portando quindi ad un ulteriore risparmio di tempo e denaro;
  • vantaggiosa è anche la quasi assenza di rumorosità percepita dall'esterno, il che permette di non disturbare il vicinato ed evitare problemi durante le riunioni condominiali;
  • Infine, adottando una soluzione di questo tipo, lo spazio necessario per l'installazione dell'apparecchio si riduce sensibilmente.

Svantaggi del climatizzatore senza unità esterna

Se è vero che installazione e manutenzione risultano più facili, serve però che il climatizzatore sia attaccato ad una parete comunicante con l'esterno, a meno di non voler utilizzare delle canalizzazioni che andrebbero a limitare l'efficacia degli scambi di temperatura e il lavoro del climatizzatore, oltre che ad aumentare i lavori e i costi di installazione.  Ma non solo:

  • la resa energetica di un climatizzatore senza unità esterna è minore rispetto ad una macchina tradizionale, rilevabile sopratutto con l'andare del tempo;
  • infine, a causa dell'unione dell'unità esterna con lo split, la rumorosità aumenta all'interno dell'abitazione. Grazie al miglioramento delle tecnologie, tale problema è facilmente superabile con modelli di ultima generazione molto silenziosi.